Valutazione Raduno GAN – Civitavecchia (29/1-1/2)

Cari ragazzi,

Vi invito come sempre a presentare, al momento del vostro arrivo al prossimo allenamento, il modulo di valutazione, che per l’occasione sarà un po’ diverso dal solito.

Saluti Marcello

Valutazione Raduno GAN – Civitavecchia 1

Annunci

Raduno Interzonale Nord – Varazze 5-8 Febbraio 2015

10676228_805389942864060_4511856049358063595_n

Si è svolto a Varazze, prossima sede della II tappa del Circuito Kinder più Sport, il terzo ed ultimo raduno interzonale che vedeva come partecipanti la I-XII-XIII-XIV e XV Zona FIV. Le previsioni meteo erano molto impegnative e soprattutto il viaggio di andata è stata surreale visto abbiamo praticamente fatto tutto il viaggio sotto una fitta nevicata. Arrivati a Varazze, la temperatura era molto bassa e sulle colline subito a ridosso della stessa cittadina ligure, c’era molta neve a rendere interessante lo scenario paesaggistico.

I ragazzi sono arrivati tutti puntuali e dopo una piccola riunione ci siamo trasferiti in hotel per la cena e il pernottamento.

Il primo giorno di allenamento, visto il meteo e la temperatura, abbiamo deciso di posticipare l’uscita in acqua per le ore 12, per sfruttare le ore più calde della giornata. La scelta è stata vincente e siamo riusciti a fare un ottimo lavoro a gruppi, oltre che tre belle prove con vento da terra, molto ballerino ma non eccessivamente forte. In terra abbiamo analizzato con molta attenzione i video, soprattutto quelli dove si vedevano le abbattute con vento forte che lasciavano molto a desiderare per la mancanza di anticipo del passaggio del piede al momento della manovra. Troppi ragazzi erano in ritardo sul passaggio e troppi bomi in acqua … ma pian piano la cosa è stata sistemata. I ragazzi prima dell’uscita erano stati invitati a guardare con attenzione le raffiche e a muoversi in anticipo con il corpo per evitare di dover usare eccessivamente il timone, che in certe condizioni diventa quasi inutile.

Anche sulle regolazioni, troppe distrazioni e poca attenzione sulla regolazione degli stroppi.

Per sabato, avevamo delle previsioni che davano vento da nord in attenuazione. Siamo usciti e fatto un buon lavoro di gruppo, in base a  peso ed età. Poi ci siamo spostati, nel momento del calo del vento, verso Celle Ligure, ma all’improvviso senza molte avvisaglie, il vento è aumentato di colpo, costringendoci a rientrare in porto, per motivi di sicurezza. Bravi i ragazzi che hanno affrontato molto bene l’aumento repentino del vento, senza farsi impressionare, mostrando di aver capito anche una gran parte delle cose presentate il giorno prima.

L’ultima giornata di raduno, abbiamo effettuato tre regate finali, in condizioni di vento leggero (5/6 nodi), dove sono stati penalizzati molti ragazzi per infrazioni alla regola 42, che poi, insieme alle proteste sono state discusse in aula, prima della chiusura del raduno.

Al termine di ogni prova sono stati effettuati 3/4 controlli di stazza, ma ancora una volta, troppe le penalità, per troppa approssimazione sul controllo della propria imbarcazione.

Ringraziamenti:

– al Comitato I Zona per il supporto tecnico, all’allenatore Pietro Micillo che era nello staff ufficiale, all’allenatore Enrico Saccucci del CN Varazze e all’istruttore del CN Rapallo Maurizio Manzoli.

– al Club Nautico Varazze e al Marina di Varazze per l’ospitalità e la funzionalità della logistica che ci è stata messa a disposizione.

– ai ragazzi che hanno partecipato con impegno a questi tre raduni in programma.

Al termine di tutto il progetto interzonale, tireremo le somme finali, ma mancano ancora due raduni da fare (Civitavecchia e Crotone), quindi aspetto il termine di tutto.

Marcello

Raduno GAN Civitavecchia 29/1-1/2

10629804_803098353093219_1295942732251557140_n

Si è svolto lo scorso fine settimana, a Civitavecchia, presso l’Associazione Velica, il quarto raduno del GAN 2015. Il maltempo ci ha costretto purtroppo ad uscire in acqua solo nella giornata di Sabato, visto che Venerdi c’era una vera e propria burrasca da  W-SW, e anche Domenica, vista anche l’allerta meteo e i continui groppi che si sono succeduti, abbiamo dovuto annullare l’uscita in acqua.

La giornata di Venerdi, è stata particolarmente intensa per quanto riguarda l’attività fisica, con una parte di riscaldamento, dopo la colazione e una prima lezione teorica sul vento oscillante, i ragazzi hanno svolto una buona dose di esercizi sia all’aperto che in palestra.

Nel pomeriggio dopo pranzo, vista anche la presenza di Matteo Sangiorgi, della Veleria Olimpic, è stata fatta una lezione sui profili delle vele, facendo vedere diversi modelli delle varie velerie, con un piccolo studio delle varie forme.

Dopo una piccola pausa, è stata effettuata una lezione con test di domande, dove i ragazzi coi loro cartellini colorati, dovevano votare la risposta esatta. Molti i temi toccati e gli argomenti analizzati, che hanno denotato alcune lacune da parte dei ragazzi.

Nella giornata di Sabato, l’uscita è stata posticipata più o meno verso le 12, per permettere ad un buon vento di levante di spianare una parte dell’onda lunga rimasta dalla giornata precedente. In attesa dell’uscita, i ragazzi hanno armato le proprie imbarcazioni e fatto un briefing programmatico della giornata con la divisione dei ragazzi in gruppi, per svolgere la prima parte dell’uscita.

In acqua, c’era, come dicevamo, un buon vento da levante, un po’ terriero con un onda contraria molto fastidiosa che ha messo a dura prova i ragazzi nella conduzione delle barche un po’ in tutte le andature. Comunque dopo il lavoro a gruppi, si è notato, certamente un buon adattamento alle particolari condizioni che avevamo.

Dopo i gruppi abbiamo fatto 3 regate di flotta, con un vento molto oscillante che ha messo a dura prova i ragazzi. Alla fine, l’avvicinarsi di un brutto temporale ci ha costretto a rientrare, dopo comunque ben 4 ore in acqua…

Al rientro buon debriefing con discussione di quanto accaduto durante le regate con interventi dei ragazzi, e dopo cena, con la discussione delle proteste, che ha mostrato, come a Scarlino, ancora troppa impreparazione nell’esposizione delle proprie ragioni e in alcuni casi, difficoltà a gestire una difesa credibile.

La giornata di domenica, come dicevamo, abbiamo dovuto annullare l’uscita in acqua, ed abbiamo passato un po’ di tempo in aula, guardando delle carte meteo.

Speriamo di essere più fortunati, a fine mese, quando torneremo ancora con il GAN per l’ultimo raduno di questa stagione.

Conclusioni:

– E’ stato certamente un raduno complicato, poiché quando non si riesce ad uscire in acqua, tutto si complica e diventa difficile per i ragazzi mantenere una buona attenzione per molte ore. Comunque nel complesso, possiamo essere soddisfatti di quanto siamo riusciti a fare nonostante tutto.

– L’uscita in acqua è stata molto utile e molto formativa. Le condizioni come dicevo, sono state molto complesse e questo è stato molto allenante per i ragazzi.

– Al termine delle regate, sono stati svolti i controlli di stazza, e ancora abbiamo avuto qualche problema. L’invito è di cercare di porre più attenzione sulla regolazione degli stroppi.

Ringraziamenti:

– Al Comitato della IV Zona per il supporto tecnico, messo a disposizione per il raduno

– A Mario Pelliccione e ai ragazzi dell’AV Civitavecchia che hanno fatto tutto il possibile per far riuscir bene il raduno.

– a Riky Di Paco e Ylena Carcasole che erano con me nello staff ufficiale, e a Gianni Rubinetti e Gianni Spyke Maioli per la preziosa collaborazione durante tutto il raduno.

Marcello