Analisi SN 2017 – Qualche valutazione 


Come dicevamo, dopo aver fatto un punto della situazione delle squadre è venuto il momento di fare una valutazione più generale di tutta la selezione.

A Bari abbiamo disputato 7 prove, una con vento leggero nella prima giornata, tre nella seconda giornata con vento medio e altre tre nell’ultima giornata con vento più sostenuto con punte fino a 18/20 nodi. A Ravenna, la media intensità del vento è stata dai 6 agli 8 nodi con una corrente comunque molto fastidiosa che imponeva ai ragazzi una valutazione continua e soprattutto a livello di conduzione, di far correre la barca al massimo.

Il peso specifico delle prove con vento leggero è superiore a quello con più vento, quindi una nota di merito speciale va ai timonieri più pesanti ed esperti, che nonostante il loro peso hanno retto il confronto con ragazzi molto più leggeri e veloci in quelle condizioni. Una buona prova di maturità per loro.

Tra i giovani che si sono messi in evidenza a questa selezione di Ravenna in particolare credo che meritino una nota particolare Stefano Troiano, Gabriele Venturino, Alberto Chersoni e Flavio Fabbrini tutti del 2005. Nelle condizioni che abbiamo trovato hanno mostrato ottima velocità, sono stati protagonisti, chiudendo questa seconda regata tra i migliori della flotta, ma allo stesso tempo hanno commesso qualche inguenuita’ di inesperienza con degli UFD assolutamente evitabili, perché presi all’inizio dell’ultimo minuto oppure alcuni errori tattici che hanno pagato di fronte a ragazzi più esperti. Comunque quattro ragazzini che avranno tempo per maturare in futuro con ampi margini di crescita.

Bene nel complesso anche Alessio Castellan che è il secondo degli esclusi, ma ha fatto vedere che il suo potenziale c’è e ci riproverà certamente il prossimo anno.

Nella Top 20 finale anche il veterano Tommaso Boccuni che ha recuperato qualche posizione rispetto alla Selezione di Bari ma non abbastanza per selezionarsi, Alfredo Salerno che è cresciuto prova dopo prova dimostrando buone doti con vento leggero, la prima ragazza Beatrice Sposato, Mauro Ruperto anche lui molto meglio rispetto ad altre regate trovando maggior continuità e Kenje Werpers, altro 2005, che ha fatto anche alcune prove tra i primissimi della flotta. In totale ben 5 ragazzi del 2005 nella Top 20! Molto bene e bravi ragazzi!

Hanno condotto una buona selezione anche Luca Coslovich, Tommaso Viola e Luigi Mancini, tutti ormai non leggerissimi ma che hanno avuto il merito di provarci fino alla fine rimanendo sempre vicini alla qualificazione.

Questa selezione segna anche un passaggio storico. Il Nord Italia nei dodici qualificati ha solamente due timonieri (Antoniazzi e Cesana, tra l’altro entrambi del 2005). Una nota di merito per i circoli del Sud e del Centro Italia per il lavoro che hanno sviluppato e in questo credo che i frutti delle Tappe del circuito Optisud e Kinder abbia contribuito a questa crescita. Una nota di merito agli allenatori di questi club del Sud Italia, che fanno sempre molti km per cercare di far progredire e crescere i propri atleti.

Dopo tanti anni, al Nord Italia, c’è stato un passaggio di classe notevole negli ultimi due anni e probabilmente ci vorrà un attimo di assestamento per ripartire, ma certamente il campanello di allarme è suonato.

Per quanto riguarda le ragazze, era legittimo attendersi qualche prova tra i primi in più. Anche qui viviamo un anno di ricambio dopo i trionfi dello scorso anno. Quello che è mancato, a mio avviso, è stata un po di convinzione in più in alcune situazioni. Una nota positiva sono le giovani del 2005, Bellomi e Scalmazzi che non sono andate lontane dalla qualificazione ed avranno tutto un anno per prepararsi  e certamente rifarsi. Bene nella selezione di Ravenna Alice Ruperto soprattutto nelle prime due giornate. Tra le più grandi, di poco fuori dall’europeo, anche Nina Cattai, comunque molto più competitiva rispetto allo scorso anno. Purtroppo non è mai entrata in regata Margherita Picarazzi che ha sofferto molto la tensione psicologica, dopo un inizio di stagione ottimo che aveva lasciato sperare ben altri esiti di queste selezioni. Sono convinto che ha ancora delle carte da giocare per il proseguio della stagione. Peccato anche per Anna Pagnini, che in questa selezione non è riuscita a trovare un buon feeling con queste condizioni meteo a Ravenna, dopo la buona prova di Bari. Nel complesso sono entrate 11 ragazzine nella Gold Fleet.

Buon lavoro a tutti

Marcello

One thought on “Analisi SN 2017 – Qualche valutazione 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...