Report Campionato Tedesco Open 2018

Non è facile commentare una regata dominata e persa all’ultima giornata, ma è giusto farlo e credo che certe scottature servano di più per crescere, rispetto a una vittoria.

Marco Gradoni dopo delle qualificazioni perfette 6 primi e 2 secondi è entrato nella fase finale con un buon e rassicurante vantaggio, ma come ben sappiamo le regate finiscono l’ultimo giorno e due errori alla fine li ha commessi. Il primo, non essere partito vicino a Stephan, nella prima prova di finale, quello avrebbe limitato comunque i danni, anche se a dire il vero era una regata assolutamente da annullare visto il salto di trenta gradi a metà bolina (se si guarda il tracking è imbarazzante). Chiudere con un 20 e non un 40 avrebbe fatto la differenza. E poi ieri, non ha visto la bandiera nera (di solito il CDR partiva prima con U) e poi aver virato prima del segnale di partenza continuando a bolinare per un pezzo. È bastato un attimo a rovinare una settimana perfetta, ma lo stesso Marco tornerà più forte da questa esperienza perché la vera regata sarà a Cipro, dove avremo molti altri atleti di alto livello contro. Comunque voto 9 per Marco, il 10, non glielo posso dare per i due errori di cui parlavo.

Per quanto riguarda il resto dei ragazzi del team Italia (Mondiale 2018), 10 in pagella per Davide Nuccorini nelle qualifiche, mentre ha clamorosamente steccato il primo giorno di finale, in parte vale il discorso della prima prova per Marco, poi un BFD abbastanza assurdo ed evitabile. Nella giornata finale dopo una partenza dal controstarter che non mi ha convinto, e aver chiuso 26, nella prova 12, con una bella vittoria ci ha regalato un’altra gioia grazie anche al secondo di Alessandro Cortese e l’ottavo di Alessio Castellan. Davide ha i numeri per stare nei primi dieci al mondo deve solo crederci lui per primo e regatare con l’intensità delle qualifiche di questi giorni e la finale di ieri.

Per quanto riguarda il giovane Alessandro Cortese, alterna ancora delle ottime cose ad altre meno belle, ma il ragazzo sta crescendo e poter partecipare ad un mondiale da dodicenne sarà un bell’aiuto per i prossimi anni. Comunque ha tirato due primi nella seconda giornata di qualificazioni e ieri un secondo. Se il vento cala sotto i dodici nodi è una bella arma che avremo anche a Cipro. Con più vento gli manca ancora qualcosa ma sono sicuro che il gap coi primissimi è minimo.

Per quanto riguarda Flavio Fabbrini ha mostrato spesso i numeri del suo repertorio vincendo una prova e facendo diverse regate nei primi tre. In finale qualche problema in più, così come sembra perdere un po’ di lucidità col passare dei giorni. Comunque esperienza positiva, alla fin fine non aveva fatto molte regate di questo livello, e questa sarà certamente utile nel percorso di avvicinamento al mondiale, dove anche lui ha la possibilità di far bene.

Arriviamo ad Alessio Castellan, anche lui poco costante ma credo che alla fine sia riuscito a fare un buon lavoro salendo in classifica giorno dopo giorno. Sulle partenze ogni tanto fa brutti errori ma alla fine certamente meglio di qualche mese fa. Manca ancora un mese e può crescere molto sotto tutti gli aspetti. Ha un carattere positivo che riesce ad inserirsi bene nel contesto della squadra. Avanti Alessio!

Per il resto dei ragazzi italiani, non possiamo che essere contenti.

Tra gli under 13 Alex Demurtas con un BFD analogo a quello di Marco ha buttato via la vittoria ma si è confermato ad alto livello e questo era particolarmente importante. Comunque chiudiamo con Cortese secondo, Maria Vittoria Arseni terza (anche terza assoluta tra le ragazze!), Demurtas quarto e quinta Ginevra Caracciolo.

Tanti azzurri nei premiati top 30, Marco 3, Davide Nuccorini 8, Mattia Cesana 10, Alessandro Cortese 11, Maria Vittoria Arseni 12, Alex Demurtas 13, Flavio Fabbrini 14, Lorenzo Micheli 15, Mauro Ruperto 16, Alessio Castellan 19, Sophie Fontanesi 20, Camilla Ivaldi 22, Lorenzo Pezzilli 26, Gabriele Venturino 28 e Ginevra Caracciolo 29, una conferma che dietro ai nostri “big” abbiamo un bel vivaio e che siamo sulla strada giusta per costruire squadre nazionali sempre più forti.

http://www.circolovelaarco.it/images/Risultati_OPTIMIST_-_Gold.pdf

Marcello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...