Report II Raduno GAN – Marina di Carrara 22/25 Novembre 2018

img_3659

Dopo il GAN Cadetti, siamo tornati a Marina di Carrara per il secondo allenamento del GAN “Junior”. Oltre ai 20 componenti la squadra, altri 5 ragazzi sono stati chiamati come aggregati.

Il meteo della prima giornata è stato pessimo ma comunque grazie alla determinazione e l’impegno dei ragazzi, tutto è andato bene. Partiti al mattino con una fase di attivazione, seguita da Andrea Madaffari, siamo poi passati al club per preparare le barche, in una finestra meteo prima che arrivasse una scarica di pioggia notevole, che ci ha chiuso in aula in attesa. Verso le 12, abbiamo deciso di uscire lo stesso e iniziare un lavoro sul team Race con 6 squadre al via, capitanate dai 5 reduci dalla vittoria a Berlino (Marco, Davide, Lorenzo, Alex e Alessandro), mentre la sesta veniva affidata ad Alessio Castellan in coppia con Flavio Fabbrini.

In acqua si nota, da subito, questi sette ragazzi avere una marcia in più rispetto agli altri, come potevamo aspettarci. Ma alla fine della giornata, tutto il gruppo si è mosso meglio.

La giornata, con poco vento si è prestata molto, a questo tipo di lavoro che ha fatto lavorare senza sosta i ragazzi per tre ore tirate, senza sosta.

L’obiettivo di giornata era comunque lavorare sull’aumento delle capacità dei ragazzi in relazione al tempo , allo spazio collegato alla conoscenza del regolamento. Da sottolineare, che in molti hanno lavorato sull’auto penalizzazione, capendo di essere in torto ed evitando di prendere due giri.

Qualcuno ha mostrato, ed era prevedibile, qualche lacuna tattica e sul regolamento, ma poi al rientro grazie ai video fatti da Matteo Zanza, a bordo con me, siamo riusciti a ben analizzare tanti momenti della giornata.

Prima del debriefing di giornata, ancora in palestra con Andrea che ha proposto alcuni esercizi ai ragazzi, molto simili a quanto fatto coi Cadetti qualche settimana fa.

La seconda giornata, ancora con dei temporali al mattino presto, di li la decisione di dividere i ragazzi in due gruppi di lavoro. Il primo in palestra con Andrea, il secondo con me in aula. Dopo un’ora circa abbiamo cambiato i gruppi, così da fare tutti lo stesso programma. In aula, ho potuto fare due interventi diversi, avendo comunque un livello di conoscenze non omogenei che ha certamente aiutato tutti. Dopo un break pranzo, via in acqua, appena il maltempo ci ha dato una tregua. I ragazzi sono stati divisi in quattro gruppi di lavoro e siamo riusciti a fare almeno gli esercizi proposti. Poi il vento ci ha abbandonato e dopo un’attesa snervante siamo tornati a terra. Il tempo di cambiarsi e via a fare il test sui 30 minuti di corsa , che i ragazzi hanno affrontato in maniera seria e motivata, portando praticamente tutti a termine la missione. Molto bene!

Poi ancora in aula per vedere i filmati del giorno, sufficienti a fare una lunga disamina di quanto visto. Buona la compartecipazione dei ragazzi alle riflessioni proposte.

La terza giornata, finalmente un bel vento da tramontana, e senza pioggia! Usciamo presto al mattino, e iniziamo subito i voli rimasti per chiudere il doppio round robin del Team Race. Facciamo anche una finale secca 1-2, 3-4 e 5-6, e poi con via con tre interessanti, regate di flotta con vento oscillante, di non facile interpretazione.

Al rientro debriefing con visione del video di un match disputato e alcuni appunti tattici sulle regate di flotta. Appuntamento a Scarlino tra un mese.

Conclusioni:

– siamo molto contenti, che nonostante un meteo non favorevole, i ragazzi abbiano messo molto impegno e motivazione sia in acqua che a terra durante la parte atletica.

– non era scontato che tutti portassero a termine i trenta minuti di corsa, e anche questo denota comunque un cambio culturale della nostra preparazione , ormai non solo collegata alla parte in acqua.

– a livello di regolamento stiamo crescendo, raduno dopo raduno, e avremo tempo ancora di approfondire e rinforzare questo punto.

– buono l’inserimento degli aggregati e anche alcuni convocati dal GAN Cadetti. Il legame tra i due progetti è sempre più stretto e questo mi fa molto piacere.

Ringraziamenti:

– Al Club Nautico Marina di Carrara per l’ottima organizzazione sia a terra che in acqua. In particolare un grazie a Matteo Zanza e Susanna Del Nero che hanno supportato tutte le giornate del raduno.

– Ad Andrea Madaffari che ancora una volta ha sviluppato coi ragazzi un bel lavoro a livello qualitativo. Le sue parole del debriefing finale denotato e rinforzano la convinzione che stiamo crescendo anche sotto l’aspetto della cultura della preparazione fisica.

– a Maurizio Scrazzolo, Bruno Fischetti e Spyke Maioli che hanno collaborato come sempre con grande impegno e professionalità.

– alla Veleria Olimpic, al Cantiere Nautivela, al Cantiere Faccenda, Mauro Berteotti, per il supporto con vele e attrezzature durante questo raduno.

– infine un grazie ai ragazzi e alle loro famiglie che si sono sobbarcati in alcuni casi spostamenti impegnativi, ma riteniamo che il lavoro che stiamo facendo stia dando ottimi frutti.

Marcello

img_5718img_5707img_5700img_5701img_3654img_3648

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...