Report Raduno Gan Scarlino 27/30 Dicembre 2019

Si è chiusa la stagione 2019 con il rituale allenamento di fine anno a Scarlino, giro di boa del percorso del Gruppo Nazionale.

Il meteo è stato benevolo e abbiamo potuto completare tutto il programma previsto.

Partenze e lavoro sul vento oscillante, questi sono stati i temi che per i tre giorni hanno impegnato i ragazzi intervenuti.

La prima giornata si è aperta subito con una parte atletica gestita da Andrea Madaffari, una vera e propria attivazione. Passati al circolo abbiamo armato velocemente e sfruttato al massimo la giornata con ben due ore di lavoro su tecnica e controllo dell’imbarcazione in partenza. Lavoro ripetuto poi tutto insieme prima delle regate finali di giornata. Al rientro prima un debriefing di Beppe Lallai che come nelle ultime stagioni, in questo raduno ha dato il suo contributo per parlare della regola 42, ancora una parte di Andrea Madaffari per defaticamento, dopo veramente un bel carico della giornata e poi le considerazioni finali mie e di Michele.

La seconda giornata, dopo la parte atletica, si è trasferita in aula, posticipando di un’ora l’uscita per aspettare che la temperatura molto bassa, salisse un po’. In aula, una bella lezione di Michele con dei casi di regolamento, molto partecipata dai ragazzi. In acqua il vento ci ha consentito di fare una buona parte a gruppi e un paio di boline molto difficili da interpretare. Al rientro, dopo una pausa di un’ora per cambiarsi, una bella parte di lavoro atletico con dei circuiti molto intensi che hanno impegnato i ragazzi. Per chiudere la giornata, qualche video e una lezione a 360 gradi sul lavoro fatto nei due giorni.

La terza giornata, ancora un bel riscaldamento, e ci voleva proprio vista la bassa temperatura. La prima parte del lavoro è stata ancora dedicata ai gruppi per poi passare alle regate finali, abbastanza impegnative per le oscillazioni del vento e per un rinforzo sostenuto ad un certo punto dell’allenamento.

Chiudiamo rientrando e facendo il punto della situazione in aula, dando appuntamento al nuovo anno e al raduno GAN di Bari, che sarà dedicato al team Race, prevalentemente, come fatto nella passata stagione.

Conclusioni:

– Gli esercizi proposti sulle partenze sono stati pian piano assimilati e credo tutti siano tornati a casa con qualche certezza in più su come gestire determinate situazioni.

– Dal punto di vista atletico, c’è sempre più la consapevolezza che sia importante e i ragazzi stessi hanno mostrato impegno e anche che c’è stato del lavoro in questi mesi.

– a livello regolamento, c’è sempre molto da lavorare ed aver avuto sua Michele, che Beppe Lallai ha dato una grossa mano sia in aula che in acqua.

– per quanto riguarda le regolazioni, ci vuole più attenzione e più continuità per mantenere le vele al massimo delle proprie prestazioni.

Ringraziamenti:

– Al Club Náutico Scarlino che ancora una volta ha ospitato uno dei nostri raduni, con una logistica ormai collaudata è sempre gradita da tutti noi.

– a Michele Ricci e Andrea Madaffari, punti di forza di questo progetto

– a Beppe Lallai che come negli anni passati ci ha dedicato una giornata come al solito con grande competenza

– a Francesco Paesani e Paolo Mariotti che sono rimasti con noi per tutto il raduno. Sono intervenuti anche due istruttori della zona ospitante per vedere all’opera i nostri ragazzi, nonostante non siano stati riconosciuti loro crediti formativi … Non sempre abbiamo la possibilità di accontentare le richieste che ci arrivano ma se possiamo lo facciamo volentieri

– al cantiere Nautivela per il supporto dato con ben 6 barche messe a disposizione del progetto GAN. Anche la classe ha messo a disposizione 2 barche, un cartello stradale e il furgone. Ogni tanto credo sia doveroso sottolineare i mezzi che mettiamo a disposizione dei ragazzi.

– ai ragazzi intervenuti

Marcello

Per le foto potete consultare la pagina Instagram della classe

Punto della situazione in vista del 2020

Si è chiuso l’anno dei record per la nostra squadra nazionale, e si apre un 2020, che vedrà l’Italia ospitare il Campionato Mondiale 2020 a Riva del Garda, e il Campionato Europeo a Squadre sul lago di Ledro. Per l’Europeo individuale, sarà l’Estonia a ospitare l’evento a fine giugno.

Come da alcuni anni a questa parte, la nostra rappresentativa nazionale, avrà come primo impegno la partecipazione alla Regata Internazionale di Torrevieja, vinta nelle ultime stagioni da Marco Gradoni. Sarà un buon allenamento in un periodo in cui un po’ tutti, dopo un po’ di pausa, riprendono la preparazione per la stagione.

Dopo tre raduni, per quanto riguarda il GAN ci sono risposte positive e delle potenzialità sulle quali lavorare. Da quest’anno abbiamo deciso soprattutto di dedicare più tempo alla preparazione atletica, ormai sempre più importante per affrontare al meglio campionati lunghi e molto dispendiosi.

Il GAN Cadetti a fine novembre ha chiuso il suo percorso con tre raduni molto interessanti, che ha tracciato la via a questi giovani in previsione del 2020.

Il passaggio dei 2008 tra gli agonisti, nella passata stagione ha dato nella maggioranza dei casi, un riscontro estremamente positivo e alcuni risultati dei più giovani sono li a dimostrarlo. Siamo convinti che anche per i 2009, quest’anno, potranno avere benefici a lavorare tutto l’anno coi più grandi.

Il progetto Interzonale ha completato un raduno per macroarea, mentre a Febbraio ci sarà il secondo appuntamento e andrà anch’esso a completarsi. Un grazie a tutti gli allenatori che hanno dato e che daranno a breve il proprio contributo.

Inizia oggi il Trofeo Campobasso a Napoli, tradizionale appuntamento di apertura della stagione che vedrà al via diversi ragazzi del Gruppo Nazionale e una quotata partecipazione straniera.

Stiamo preparando altre iniziative di cui sarete informate a breve.

Buon anno a tutti

Marcello