Quante decisioni prendiamo ?

5bbda649-c343-4e72-8f16-8ae3c1f27a6f

Ciao a tutti,

Intanto volevo ringraziarvi per i messaggi che mi mandate, in questo periodo, di apprezzamento di questa serie di articoli che sto facendo.

Come dicevo ci aiuta a passare un pò di tempo e a tenerci un minimo più vicini, nonostante il periodo sia molto pesante un pò per tutti.

Volevo complimentarmi con tutti i bambini e ragazzi che hanno mandato i video e le foto con i kit, i disegni e gli esercizi atletici. Tutto ben fatto, siete molto bravi, continuate così.

Qualche segnale positivo dopo questo periodo rinchiusi in casa c’è … nonostante il bollettino sia ancora molto pesante è inutile negarlo.

Dobbiamo essere tutti propositivi in queste giornate, cercando di riempirle al meglio, poiché di cosa da fare comunque ce ne sono tante, a prescindere dal dover rimanere a casa.

Come vi dicevo ieri, sto preparando il terzo webinar di giovedì, più o meno, sono a metà del lavoro, mentre va avanti anche la “rubrica” il video del giorno, che ha un buon seguito, e vengono pubblicati alcune immagini del mio archivio di attività o di alcune regate. Nelle ultime due giornate abbiamo messo due bei video del Campionato a Squadre di Follonica. Per rivederli, c’è il mio canale YouTube, da visitare con altri video interessanti.

Siamo ancora in attesa di avere notizie ufficiali dalla IODA, a proposito dei Campionati internazionali, appena ne avremo chiaramente sarete tutti messi al corrente.

Prendere decisioni … un bel tema. Ne prendiamo tante durante l’anno, durante un mese, una settimana, un giorno … ma anche durante una regata o una serie.

Quando devi “decidere” ci sono sempre dei punti favorevoli e dei punti contrari, e alla fine quando li metti su una ipotetica bilancia, il peso di uni e degli altri ti fanno virare su un si o un no.

In barca, quante decisioni devi prendere ? Moltissime, e di sicuro tante saranno giuste, mentre altre no … La prima che devi prendere, da piccolino, è se sei in grado di uscire in acqua, si proprio quella. Te la senti, oppure no? Cosa dice l’Istruttore, sei in grado?

Quando sei già più grande, questa decisione è sempre meno frequente, esci e basta … ma ti sei preparato per affrontare una giornata impegnativa? Più cresci e più queste decisioni sono tue, l’allenatore ti può consigliare, ma alla fine diventi sempre più “indipendente” in queste scelte, ma anche più responsabile di quello che hai fatto nel tempo.

La decisione di dove partire, di dove andare a bordeggiare, di quando virare, abbattere, fare una penalità, fare una protesta, ritirarti … mamma mia quante decisioni! Ma io ho tutte queste responsabilità? … Si le hai … anche se alla fine sono un gioco… pensa te a chi deve decidere se operare una persona, oppure far iniziare una guerra! Noi alla fine ci divertiamo … possiamo sbagliare, ma fa parte del gioco!

Si, proprio un gioco. Anche se sei un professionista come me, non deve mai mancare la motivazione e voglia di divertirsi. Non sarebbe una vita sana, fare qualcosa contro voglia, o forzato, faremmo un pessimo lavoro, inutile.

Anche io negli anni, ho preso tante decisioni, a volte giuste o sbagliate, ma ho avuto sempre la forza di farlo. Poi la bravura o meno di un allenatore è capire se si è sbagliato e cercare di evitarlo in futuro.

Quando siamo in un team race, dobbiamo schierare 4 ragazzi e tenerne fuori uno … non è bello, ma dobbiamo decidere e alla fine tutti e 5 accettano anche se la volontà è di essere in regata e non in “panchina”. Pensate agli sport di squadra … nel calcio 11 in campo e 10 in panchina, nel basket 5 in campo e altrettanti in panchina e così via.

Tenere la motivazione alta per tutti non è facile, alla fine ti trovi a dover decidere (e torna la parola magica), quale sia la finalità di una scelta … voglio vincere ? ho bisogno di far crescere e non mi interessa il risultato ? Lavoro in prospettiva più per il prossimo anno che per questo campionato ? Tutte domande, alle quali, dobbiamo dare una risposta, quando vogliamo decidere chi mettere…

La cosa importante è ricordarsi che comunque, quando si fa parte di un team, che siamo in regata oppure no, il comportamento di chi sta fuori è determinante per l’umore di tutti.

Ti tengo fuori oggi, per metterti domani … così si possono riassumere certe scelte. Il difficile, a volte è spiegare una scelta, ma quando con la squadra si ha un buon rapporto, credo che non serva neanche. Avere tanto dialogo nel pre e nel post regata, quello è fondamentale.

Difficilmente ho detto la formazione che sarebbe stata schierata il giorno precedente, così come nel calcio, difficilmente la sera prima sai chi giocherà e chi no … lo puoi ipotizzare, ma nessuno darà mai tutti gli 11 che schiererà, sarebbe un vantaggio per la squadra avversaria e forse non tenere sulla corda tutta la rosa che hai a disposizione.

Mentre voi deciderete come riempire il vostro tempo oggi, per ora vi saluto e vado a prepararvi il terzo webinar di giovedì … ricordatevi di iscrivervi e non sbagliate la mail!

Marcello

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...