Luna Rossa va in finale, cosa ci ha insegnato questa semifinale?

È finita la semifinale … 4-0 e Luna Rossa supera l’ostacolo American Magic.

Il risultato secco e senza appello, non era affatto scontato. Si sapeva che gli Americani non avrebbero mollato e non lo hanno fatto nonostante quanto accaduto la settimana scorsa.

Dopo l’incidente, per American Magic è stato difficile, ma grazie al sostegno anche degli altri team, sono riusciti a riparare la barca in tempo per questa semifinale e regatare fino alla fine.

Si sono rialzati e hanno combattuto lo stesso, nonostante forse in cuor loro sapessero che qualcosa non sarebbe stato più come prima. Si sono rialzati con dignità e se la sono giocata, perdendo con un avversario che in questa semifinale, non ha praticamente sbagliato nulla dimostrando anzi una crescita in condizioni dove non era favorita sulla carta.

Alla fine i ragazzi di Luna Rossa, rientrando omaggiano con un applauso gli avversari, che rispondo con un apprezzamento. Questo è lo sport che ci piace, e questi sono i gesti che servono ai nostri ragazzi per crescere.

In un mondo, dove ci si arrende troppo spesso, questa giornata va ricordata per la sua bellezza, come una storia che dà speranza e che per un attimo,magari, ci fa dimenticare tutto il brutto che abbiamo vissuto in questo anno.

Vincere o perdere non conta, più importante è essersi rialzati con onore e portato a termine in tutte le maniere quella missione che ti sei preso.

Adesso per gli americani è finita la regata, ma sono usciti a testa alta, con dignità.

Per Luna Rossa, ci sarà lo scontro con Ineos e il mitico Ben Ainslie. Nessuno dei due team parte con il favore del pronostico.

Qualche giorno fa, avremmo detto che Ineos partisse da favorito, dopo questa semifinale credo che si parta alla pari.

Luna Rossa ha dimostrato una crescita importante e regatato con molta consapevolezza dei propri mezzi.

Non era una missione scontata, perché regatare con chi non ha niente da perdere è sempre più complicato e finché non fai il punto decisivo, mai sottovalutare nessuno.

Comunque vada a finire questa edizione della Coppa America, sta dimostrando come uno sport minore per quanto riguarda i media, può diventare molto più grande grazie ai valori umani di persone che corrono a 50 nodi su una barca volante, e che riescono a far tattica come su una barca lenta … ci saranno ancora molte regate e saranno tutte da seguire!

Un caro saluto a Max e tutto il Team di Luna Rossa!

Marcello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...