Europeo a Squadre 2016 – Lago di Ledro


A completare una stagione decisamente positiva per i nostri colori, è arrivata anche una bella vittoria nel Campionato Europeo a Squadre, che si è disputato sul Lago di Ledro dal 23 al 27 Agosto, grazie a Gaia Bergonzini, Attilio Borio, Federico Caldari, Claudio De Fontes e Anna Pagnini.

Il formato della regata prevedeva un round robin completo, che è stato fatto nelle prime due giornate di regata, per poi passare ad una Gold Fleet tra le prime otto squadre, con il punteggio maggiorato per le vittorie (1,5), che aveva dunque un peso maggiore nel computo della classifica finale. Dopo la Gold Fleet, le prime quattro avevano da effettuare le semifinali e la finali. Con questo formato, in pratica potevi essere in testa ma perdere tutto con gli ultimi match.

Una situazione difficile da gestire per i nostri ragazzi, che sono stati in testa al termine del Round Robin e della Gold Fleet, quindi, e forse per questo che vincere anche la finale ha dato un segnale molto importante. Devo dire, che fin dal round robin, non abbiamo incontrato match facili, tutti sono venuti a giorcarsi la regata, e pian piano che eravamo sempre più in alto in classifica, tutte le squadre ci hanno affrontato in maniera più decisa.

Niente era scontato e bravi sono stati i ragazzi a mantenere una buona concentrazione in tutti i match. Dopo aver chiuso la Gold Fleet in testa, l’organizzazione ha deciso di far disputare il primo dei due match di semifinale, lasciando per l’ultima giornata, la definizione delle finaliste. Le semifinali erano ITALIA – SVEZIA e MALTA – TURCHIA. Al termine della Gold Fleet infatti la classifica vedeva la nostra squadra in testa, davanti ai sorprendenti Maltesi, la forte squadra Turca e la sempre ostica squadra Svedese.

Nella prima semifinale fatta dopo la fine della Gold Fleet, Italia batteva, anche in maniera netta la Svezia, mentre la Turchia, giocando sulla sua esperienza rispetto ai giovani Maltesi, riusciva ad andare sull’1-0 .

L’ultima giornata prevedeva, la conclusione delle semifinali. La Turchia riusciva a battere Malta, per 2-0 e ad andare in finale, mentre l’Italia, veniva sconfitta in maniera meritata da una tenace Svezia, che era riuscita a far allungare e punire la nostra squadra. Dopo questa sconfitta, ho fatto due parole coi ragazzi, ma li ho visti tranquilli ed ho solo ricordato loro di ricordare fino alla fine che erano in 4 a regatare e solo una maggior compattezza poteva farci superare lo scoglio Svezia. Nel match decisivo, partiamo ancora male … gli svedesi con i due leggerini si allungano un po’, e i nostri invece riescono a compattarsi e proprio su un arrivo da cardiopalma, riusciamo a vincere il match e ad andare in finale, direi meritatamente, ma onore agli svedesi per una battaglia sportiva molto bella da vedere.

In finale 1°-2° Italia-Turchia, mentre per il terzo posto, Svezia-Malta.

Parte il primo match di finale e credo che l’esito finale sia cambiato almeno 50 volte in tutto il match, tanto era l’equilibrio tra i due team. La Turchia era riuscita a batterci sia durante il round robin , che nella Gold Fleet, ma aveva perso qualche match, soprattutto con squadre che lottavano per far fare agli avversari 7-8, e su questo abbiamo impostato la nostra strategia, chiedendo ai ragazzi la massima compattezza possibile. Si chiude il primo match in un arrivo molto concitato, e dopo un’attesa di qualche minuto, il CdR decreta la vittoria dell’Italia nel primo Match.

Partiamo per il secondo match, con una vittoria di vantaggio, ma certamente ancora tutto aperto per la vittoria finale. I ragazzi partono un po’ meglio e giocano bene su tutte le boe.All’arrivo, 1-2-5-8 per i nostri, che vincono l’europeo, mentre la Svezia vinceva per 2-1 su Malta, conquistando il terzo posto finale.

Torniamo a casa con un bel bagaglio di esperienza, grazie anche ai debriefing di Chris Atkins che hanno fatto da contorno tutte le sere al rientro.

Come dicevo il livello delle squadre  era molto competitivo e non si poteva mai sottovalutare nessuno e forse questo è stato uno dei nostri punti di forza.

Qualche giorno di pausa e poi tutti a Trieste per il Campionato Nazionale.

Marcello


Campionato a squadre Marsala – Day 2


Un’altra giornata difficile per le condizioni meteo molto leggere che hanno permesso di portare a termine solo 11 match, e di conseguenza siamo a 39 match disputati. Per far valido del campionato dobbiamo arrivare almeno a 73 match disputati. Le previsioni sono piu’ ottimistiche per domani e il CdR ha fissato la prima partenza alle ore 9 … Speriamo bene!

I risultati di oggi vedono ancora a punteggio pieno Catania 1 che si e’ rivelata una squadra molto compatta e negli scontri diretti e’ riuscita a battere ieri Cesenatico e oggi Crotone. Oltre alle tre citate, hanno ben figurato anche i team di Malcesine, Mandello e Riva. Tra queste sei, quasi sicuramente uscira’ il nuovo campione nazionale a squadre, e ad ora per quanto visto, tutte e sei hanno la possibilita’ di portare a casa la vittoria finale.

Nel complesso oggi si sono visti match piu’ combattuti, segno evidente che fare un po di pratica e’ importante per imparare al meglio la disciplina del team race.

Sara’ una giornata tutta da vivere domani, nella speranza che il meteo ci aiuti.

Marcello

Campionato a squadre Marsala – Day 1


Una giornata lunga e dispendiosa a livello mentale, cosi’ si puo’ riassumere questa prima giornata del Campionato Nazionale a squadre che si sta disputando a Marsala. Alla fine dopo una pausa a terra, chiudiamo la giornata odierna con 28 match disputati, sui 90 e piu’ in programma per chiudere il round robin. A punteggio pieno con 4 vittorie ci sono tre squadre, ovvero Catania, Crotone e i campioni uscenti di Mandello. Al momento tutte le formazioni hanno fatto quattro regate, mentre Domani, la partenza e’ prevista per le ore 10, sperando di avere una giornata piu’ adatta a regatare, infatti oggi le condizioni sono state molto leggere e in alcuni casi al limite di regatare oppure no. 

Alla fine sono 14 i team presenti con tre zone (Liguria, Garda e Sicilia) con la doppia formazione. In programma domani ci sono molti scontri interessanti in programma.

Saluti da Marsala

Marcello

Al via il GAN Cadetti 2016 – Primo raduno


In attesa di formare il GAN 2017, dopo il Campionato Nazionale di Trieste, parte la serie di raduni nazionali riservati ai cadetti, selezionati dopo le regate invernali e primaverili degli ultimi mesi. I raduni saranno tre ed  Il primo raduno si terra’ da stasera a Malcesine, al termine del Trofeo Lombardi, regata classica del calendario nazionale. Questa iniziativa per i cadetti e’ molto importante perché in molti casi ha una funzione di avvicinamento al GAN e soprattutto è basilare la possibilità di far incontrare i migliori timonieri della fascia 2005-2007 che si sono messi in evidenza durante la stagione. Nei prossimi giorni i report sul raduno per riprendere lo standard di lavoro di Optigan che in questi anni ha dato molti spunti di riflessione.

Marcello