Un successo il raduno di Porto Rotondo

È passato un mese dalla fine del Campionato Italiano di Cagliari, ed abbiamo ricevuto e dato il nostro apporto per un Raduno della III Zona che interessava la nostra classe.

Alla fine erano ben 60 ragazzi, gestiti grazie alla presenza di praticamente tutti gli istruttori ed allenatori dei ragazzi che hanno ben collaborato per la piena riuscita di questa tre giorni.

Un grazie sentito allo Yacht Club Porto Rotondo che ha ospitato questo raduno come sempre con grande organizzazione.

Un grazie al Presidente di Zona Corrado Fara che ha aperto i lavori Venerdì e a tutti gli istruttori intervenuti. Sono state giornate caratterizzate da condizioni di vento buono per lavorare in particolare ieri dove abbiamo fatto disputare proprio davanti al circolo due match di team Race ai migliori 8, con tutti gli altri sulla spiaggia a tifare e vedersela prima dell’uscita generale.

Prossima settimana sarò in IX Zona, a Pescara. Il “tour” continua!

Marcello

Gli interventi nelle Zone

Stiamo per entrare nel mese di Ottobre, e oltre alle attività dei Gruppi Nazionali, avremo alcuni interventi dei nostri tecnici in alcune Zone FIV che ne hanno fatto richiesta.

Questa settimana sarò impegnato a Porto Rotondo in III Zona, mentre la prossima sarò a Pescara in IX Zona. Sarà poi la volta di Simone Gesi, a fine mese, in VI Zona.

Sostenere le zone è un’altra delle attività che facciamo sul territorio da diversi anni ed ha sempre prodotto la scoperta di qualche giovane promettente oltre al fatto di poter dare qualche spunto di lavoro agli istruttori e allenatori.

In questi giorni dovrebbero anche uscire i bandi per due corsi di aggiornamento FIV in collaborazione con la nostra classe, che mancano ormai da 5 anni.

Marcello

Report I Raduno GAN – Riva del Garda 23/26 Settembre 2021

Il Cico in parallelo e la ripresa del percorso GAN a pieno regime dopo l’autunno scorso, due delle chiavi di questo primo allenamento della nuova squadra.

Per la prima volta dopo 9 anni, ci siamo ritrovati in parallelo un grande evento come il Cico, e dopo l’oro olimpico del duo volante Tita-Banti, non poteva esserci occasione migliore da parte della FIV di fare una bella festa alla quale il Presidente in persona ci ha invitato.

La sera di venerdì dopo una giornata molto lunga siamo andati al Palacongressi per festeggiare i protagonisti azzurri delle ultime Olimpiadi. È stato bello rivedere tanti amici e tanti ex optimisti, molti che hanno fatto parte negli anni del nostro GAN.

Tornando a parlare del programma del raduno, la prima giornata fin dal mattino, qualcuno non aveva capito molto bene cosa voleva dire far parte di questo gruppo nazionale.

Poco impegno nella fase atletica e una serie di partenze non belle mi hanno fatto decidere ad un certo punto dell’allenamento di mandare tutti a terra a riflettere. A volte fermarsi, pensare e parlare fa meglio che rimanere in acqua senza quella voglia di sacrificio che sono fondamentali.

Forse qualcuno penserà che siamo stati abituati bene negli ultimi anni … vero, ma proprio perché le sane abitudini vanno mantenute, bisogna capire da subito anche cosa vuol dire fare un certo tipo di attività e farlo al 110% per tutta la giornata.

Dopo una bella lavata di testa, prima della festa con gli olimpionici, e una bella dormita, nella seconda giornata le cose sono migliorate e molto.

Era prevedibile, ma non scontato. Finalmente dopo qualche richiamo ancora, ho visto sia la voglia che la dimostrazione di avere anche delle buone qualità tecniche.

Durante questo raduno abbiamo provato il team che sarà a Berlino, per l’Optiteam Cup che si terrà a fine ottobre.

Come nelle passate stagioni un mix tra team Race e regate di flotta che “qualificavano” gli sfidanti per il team titolare.

Anche la rotazione volta per volta e la necessità di saper far gestire una squadra sono stati al centro del lavoro svolto.

A livello meteo il primo giorno il vento da nord ha tenuto più del solito e quando è così, l’ora non è proprio perfetta, mentre sabato abbiamo avuto una classica giornata di vento regolare sia da nord che da sud. Per domenica il meteo ci ha consentito di lavorare due ore e mezzo per concludere il programma iniziato venerdì, direi con buoni risultati.

La giornata finale così come le altre, alle 7, partiva la fase atletica curata come sempre con grande attenzione da Andrea, culminata con la corsa da trenta minuti fatta proprio domenica.

Tutti i debriefing, compreso quello di chiusura, sono stati molto serrati e alla fine non potevamo che essere contenti, nonostante la prima giornata.

Ci aspettano altri 4 raduni da qui a Marzo e li sfrutteremo al meglio.

Un grazie sentito a Porto S. Nicolò che ci ha ospitato durante il raduno, così come al Residence Centro Vela, ormai una base imprescindibile. Grazie a Michele Ricci e Andrea Madaffari ormai collaboratori fissi di questo percorso, così come un ringraziamento a Paolo Mariotti e Stefano Cigui che sono stati presenti per tutto il raduno.

Durante la seconda giornata è intervenuto anche Riccardo De Felice, che oltre ad essere un collaboratore North Sails, è un allenatore molto esperto ed anche il suo punto di vista ci ha fatto molto comodo.

Per questo raduno la classe ha messo a disposizione due gommoni e due optimist per i ragazzi che ne hanno avuto necessità.

Un ringraziamento va a Kinder Joy of Moving che supporta la classe e il progetto GAN, e agli sponsor tecnici Karhu e Armare.

Infine non posso non ricordare con la partenza di questo progetto, chi lo ha rilanciato proprio 9 anni fa … Norberto Foletti che ci ha lasciato fisicamente tre mesi fa, ma vive nello spirito di questo gruppo.

Appuntamento a Marina di Carrara dal 25 al 28 Novembre!

Marcello

GAN Cadetti a Malcesine 16-19 Settembre 2021

Dopo un lungo periodo selettivo, con la Coppa Primavela di Cagliari, abbiamo finalmente avuto l’elenco definitivo di questo gruppo che sarà insieme per tre raduni formativi.

Il primo in programma si è tenuto alla Fraglia Vela Malcesine, dal 16 al 19 settembre.

La prima giornata si è aperta con una sorpresa negativa, una frana tra Torbole e Malcesine ostruiva la strada per arrivare da Riva del Garda dove alloggiavano.

Fortunatamente grazie a Fabio Zeni e al supporto della FV Riva, siamo riusciti velocemente a risolvere il problema senza perdere la mattinata, viste le belle condizioni di vento.

Siamo partiti subito con due gruppi di lavoro al mattino, e con allenatori invertiti anche per il pomeriggio almeno nella fase iniziale.

Il primo raduno è sempre “conoscitivo” per cercare di capire su cosa lavorare di più è un po’ le esigenze dei ragazzi.

Per chiudere la giornata, alcune regate finali.

La seconda giornata ancora un meteo favorevole, stavolta col vento da sud entrato molto presto, che pian piano ha rinforzato col passare delle ore. Dopo un’ampia parte di lavoro tecnico abbiamo concluso soprattutto nel pomeriggio alcune regate di flotta con la presenza degli atleti della squadra locale.

I debriefing sia di venerdì, che di sabato sono stati molto dibattuti e abbiamo potuto conoscere anche le diverse carenze dei ragazzi sia a livello regolomento, che puramente tecnico.

La giornata finale, non prometteva molto, ma siamo riusciti a portare a casa 2 ore e mezzo di lavoro insperate, quando ci siamo alzati al mattino. Regate finali e tutti a terra, dopo pranzo per la riunione finale, dove si è spaziato a 360 gradi.

Tutti a casa e appuntamento a Marina di Carrara dal 18 al 21 Novembre per il secondo allenamento di questo progetto.

Un grazie sentito alla Fraglia Vela Malcesine per l’ottima accoglienza e il supporto tecnico-logistico.

Marcello

La stagione corre veloce

Una settimana molto intensa per la nostra classe. Due raduni ravvicinatissimi, che hanno visto nelle acque di Malcesine e Riva del Garda, la partenza dei due progetti formativi GAN e GAN Cadetti.

Giornate intense, dopo un anno difficile a causa della pandemia, pian piano si torna alla normalità o almeno ci avviciniamo.

Durante il raduno che si è chiuso ieri, i ragazzi del GAN hanno potuto partecipare alla serata di festeggiamento della squadra olimpica.

Era la prima volta che il GAN “incrociava” il Cico e diciamo che era un’occasione molto bella per far incontrare i nostri giovani con i campioni che ci hanno rappresentato alle Olimpiadi, ma anche con molti ragazzi che sono passati per il loro percorso.

Nei prossimi giorni il report sui due allenamenti … con calma ma li pubblicherò, perché le cose da fare sono sempre molte.

Marcello